Parigi

Parigi – Quanto costa?

Parigi-panorama-eiffel-quanto-costa

Quanto si spende a Parigi?

Premetto che Parigi è una città cara. Ma ci sono modi per aggirarla 🙂

Mezzi

Per quanto riguarda i mezzi il biglietto si chiama Ticket t+ e per la singola tratta viene €1,90 e vale sugli autobus per un’ora e mezza, ma una sola corsa di metro (cambi inclusi). Si può acquistare anche a bordo ma viene €2,00.

Ora le scelte migliori sono due: il carnet da 10 biglietti, che costa €14,50 e il ticket Paris Visite che vale più giorni e cambia prezzo a seconda della fascia di territorio che si intende percorrere (un po’ come la metro di Milano per intenderci).

Paris Visite fasce 1-3: 1 giorno €11,65  – €2 giorni 18,95  – 3 giorni €25,85  – 5 giorni €37,25

Paris Visite 1-5: 1 giorno €24,50  – 2 giorni €37,25  – 3 giorni €52,20  – 5 giorni €63,90

In pratica se non si viaggia in aereo è sufficiente la fascia 1-3, mentre se è necessario raggiungere gli aeroporti serve la fascia 1-5.

Nota: i biglietti t+ valgono anche per le linee RER (RATP e SNCF) e la funivia di Montmartre!

Cosa scegliere? Noi che eravamo arrivati in centro con il treno abbiamo scelto il Paris Visite, così non dovevamo preoccuparci di contare le volte che entravamo e uscivamo dalla metro, però probabilmente se si arriva dall’aeroporto è più conveniente un carnet da 10. Parigi si gira tranquillamente a piedi, perché fatta eccezione per la collina di Montmartre non presenta molte salite e discese, però il problema principale sono le distanze: se si decide di prendersela comoda la metro quasi non serve, mentre se si vogliono vedere tante cose in fretta si dovrebbero calcolare almeno 5 corse di metro al giorno.

Musei

Quasi tutti i musei sono gratuiti per i giovani sotto i 25 anni nati nell’Unione Europea. Per tutte le persone normali come Samir invece costicchiano un po’.

A volte è possibile acquistare un biglietto che sia convenzionato con due musei, come ad esempio il Museo di Orsay (€12) che si combina con il Museo de l’Orangerie (€9) e vende un biglietto unico a € 16.

A seconda di come vogliate che sia la vostra permanenza (tanti musei o tante passeggiate in giro per la città?) potrebbe farvi comodo prendere un Museum Pass. Ce ne sono per 2, 4 e 6 giorni, e vi fa saltare la fila alla biglietteria.

I costi sono:

2 giorni – €48; 4 giorni €62; 6 giorni €74

Noi ci eravamo fatti i calcoli e avremmo speso più o meno lo stesso, anche se avremmo avuto il vantaggio di non dover passare per niente dalla biglietteria. Però se sapete già cosa intendete visitare potete andare qui e valutare se davvero ne vale la pena.

È possibile anche acquistare in anticipo il biglietto e farselo spedire o ritirarlo direttamente al momento dell’arrivo presso l’Ente del Turismo. Vicino al Louvre c’è comunque un punto informazioni turistiche, e da lì potete acquistarlo comodamente. Sul biglietto è presente un codice a barre che verrà scansionato ogni volta che entrerete in un museo, e sopra due campi da compilare, con nome e data in cui intendete iniziare ad utilizzarlo.

Oggi, sono stati aggiunti controlli di sicurezza e purtroppo un po’ di fila da fare c’è sempre, ma almeno ci risparmiamo la seconda!

Nota: Attrazioni come la Torre Eiffel e l’Arco di Trionfo non sono incluse nel Museum Pass!

Infine spesso la prima domenica del mese si hanno alcuni monumenti con ingresso libero, che però variano a seconda del mese. Qui potrete dare un’occhiata direttamente voi. Insieme c’è anche un elenco specifico di tutte le varie categorie che hanno diritto tutto l’anno al biglietto gratuito.

Cibo

Mangiare al ristorante non costerà mai meno di € 15,00. Una cosa molto diffusa sono i menù fissi. Troverete spesso la scritta antipasto + piatto o piatto + dolce che sono i più diffusi con il relativo prezzo vicino, così da non dover entrare e trovarsi di fronte a spiacevoli sorprese. Se però siete studenti come me o semplicemente non avete intenzione di spendere così tanto per un singolo pasto ci sono tre soluzioni. Nei supermercati è quasi sempre presente la sezione dei pasti pronti, dove troverete cose cucinate da loro ma anche panini confezionati come quelli che troviamo in autogrill. Oppure potete entrare in una delle tante boulangerie sparse un po’ ovunque e prendere una baguette (farcita o meno) e farvi un leggero pranzetto francese. Ultima possibilità, nel caso non riusciate a trovare neanche un bel croissant che vi soddisfi, ci sono sempre i fast food. Ma, per favore, se potete, evitate 🙂 Non è cucina locale, non è propriamente salutare, e incentiva la deforestazione. Sono sicura che potrete fare di meglio!

Piccola chicca che abbiamo scoperto per caso è un libanese a pochi passi dalla stazione di Saint-Lazare, che si chiama La Pause Libanese. Meraviglioso! Piatti infiniti e buonissimi, e prezzi ragionevoli. Anche qui è possibile prendere menù fissi e Shawarma da portare via.

Se avete affittato un appartamento e avete la possibilità di cucinare, potreste fare la spesa e cenare a casa e preparare il pranzo al sacco da portare con voi durante il giorno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *